Questo è un Urban Blog! Messina

Illustrato in un convegno il “Piano Comunale di Protezione Civile di Messina”, che scatterà nei casi di calamità

Aree di emergenza, informazione della popolazione, norme comportamentali, i contenuti del piano spiegati al convegno “Protezione Civile 2011: Stato dell'Arte”

Si è svolto ieri pomeriggio al Salone delle Bandiere di Palazzo Zanca il convegno “Protezione Civile 2011: Stato dell'Arte” organizzato dal Kiwanis Club Messina Nuovo Ionio, nel quale hanno relazionato l'ing. Bruno Manfrè, Responsabile provinciale di Messina del Dipartimento Protezione Civile Regione Sicilia, sull'organizzazione del sistema nazionale di Protezione civile ed interventi svolti dal 1908 fino ad oggi, e l'ing. Antonio Rizzo, esperto del Sindaco di Messina per le attività di protezione civile che ha mostrato lo stato attuale dei sistemi di protezione civile a Messina rappresentati dal “Piano Comunale di Protezione Civile di Messina”, il piano d'emergenza della città in caso di calamità.

“Inconcepibile non aver avuto a Messina un piano d'emergenza fino al 2007 - afferma criticamente l'ing. Antonio Rizzo - elaborato soltanto dopo lo spiacevole evento di cronaca degli incendi di Patti costati

la vita di due persone”. Piano d'emergenza che costituisce la struttura fondamentale per la gestione delle emergenze individuando gli organi e le strutture comunali di Protezione Civile, le Aree di Emergenza, le mappe del territorio, della rete viaria, degli edifici rilevanti, dei percorsi strategici per l'emergenza e dei servizi a rete, le modalità di allertamento e di attivazione del personale e degli organi comunali, la corretta informazione della popolazione sui rischi del territorio, l'attuazione delle norme di comportamento e la realizzazione di periodiche esercitazioni.

Le aree di emergenza sono luoghi nei quali vengono svolte le attività di soccorso alla popolazione durante l'emergenza; divise in base alle 6 circoscrizioni nelle quali in ogni luogo chiave sono stati installati i cartelli stradali di riferimento, si distinguono in tre categorie: aree di attesa, aree di ricovero, aree di ammassamento. Le aree di attesa (segnaletica di colore verde) sono i luoghi “sicuri” come piazze, slarghi della viabilità, parcheggi, cortili, spazi pubblici e privati in cui la popolazione si raccoglie in occasione di evacuazioni preventive o successive al verificarsi di un evento calamitoso; le aree di ricovero (segnaletica di colore rosso) sono luoghi come strutture di accoglienza, tendopoli, insediamenti abitativi di emergenza, palestre, scuole, centri sportivi, aree militari, nei quali verrà sistemata la popolazione costretta ad abbandonare la propria casa per periodi più o meno lunghi; le aree di ammassamento (segnaletica di colore giallo) sono zone dedicate all'accantonamento di risorse di protezione civile provenienti dalle colonne mobili. Indivuazione delle aree di emergenza e installazione della segnaletica di riferimento, questi gli interventi del Comune di Messina che non bastano ancora all'ing. Rizzo che prosegue “il piano di emergenza fin qui elaborato, le esercitazioni di simulazione svolte nelle diverse istituzioni cittadine agli inizi del 2010 dopo gli eventi di Giampilieri, sono pur sempre un punto di partenza, ma nonostante questo, siamo un po' indietro? Mi sembra di si. Il problema si pone ora, in questo stesso luogo, in questo preciso momento, di fronte ad una situazione di critica emergenza, come ci comporteremmo, ora? L'informazione della popolazione, conoscere le norme di comportamento di sicurezza, le situazioni di rischio e quindi che ognuno sappia come proteggersi nell'immediato, sono priorità fondamentali da perseguire.

Le statistiche rivelano un numero di vittime di gran lunga superiore nelle popolazioni non informate e non addestrate a fronteggiare un evento calamitoso”.
Ecco alcune delle principali norme comportamentali nel caso di rischio sismico descritte nel Piano Comunale di Protezione Civile di Messina: prima del sisma, individuare le parti più resistenti della casa come pilastri, muri portanti, architravi, preparare oggetti di emergenza come torcie, radio portatili, farmaci; durante il sisma non farsi prendere dal panico, rifugiarsi nei punti solidi dell'edificio (pilastri, muri portanti) oppure ripararsi sotto tavoli, letti o protezioni, allontanarsi da finestre, pareti vetrate, lampadari, mensole, non sostare su balconi, scale, non usare ascensori; se ci si trova all'aperto, stare in aree come piazze, giardini, parcheggi, lontani da edifici, ponti, muri, sottopassaggi; dopo il sisma, non usare l'automobile per la viabilità dedicata esclusivamente ai soccorsi, raggiungere le aree di emergenza, non rientrare negli edifici danneggiati, collaborare per quanto possibile alle operazioni delle squadre di soccorso.

Fonte: http://www.tempostretto.it/8/index.php?location=articolo&id_articolo=48623
TΔG·.·• | edit post
Rεaziσni: 
1 Response
  1. Anonimo Says:

    The small number of Medicaid recipients would qualify
    for farmacia on line. The error has been rectified, '' said Dr.


    my page :: http://trovanumeri.com


Posta un commento

¯`·.·•

  • Karia - Bleach: ☞Io sono sano di mente...è il mondo che è fuori di testa!
  • Inoki: ☞Illuminami oppure prodigati per tenermi a bada.
  • David Icke: ☞L'amore infinito è l'unica verità, tutto il resto è illusione.☞Le parole "pazzo" e "malato di mente" sono sempre state usate nel corso della storia per descrivere persone e idee che sono semplicemente diverse. E "diverso" non vuol dire sbagliato. Molte delle idee che un tempo furono condannate e ridicolizzate sono poi entrate a far parte della saggezza comune. Prima vi ridicolizzano; poi vi condannano; poi vi dicono che hanno sempre saputo che avevate ragione.
  • Novalis: ☞Il pensiero è soltanto un sogno del sentimento. ☞Il poeta comprende la natura meglio dello scenziato. ☞Il senso per la poesia ha molto in comune col senso per il misticismo; rappresenta l'irrappresentabile, vede l'invisibile, sente il non sensibile. ☞Agli uomini nessuna cosa è impossibile, ciò che voglio posso. ☞La vita non dev'essere un romanzo impostoci, bensì un romanzo fatto da noi. L'amore è lo scopo finale della storia del mondo, l'amen dell'universo. ☞noi siamo il destino che regge il mondo. ☞Il mondo è un indice enciclopedico e sistematico del nostro spirito, una metafora universale, un'immagine simbolica di esso. ☞Il sentimento morale è in noi il sentimento della potenza assoluta di creare, della libertà produttiva, della personalità infinita del microcosmo, della divinità propriamente detta in noi.
  • Gandhi: ☞Sono in effetti, un sognatore pratico. I miei sogni non sono impalpabili nullità. Voglio convertire il più possibile i miei sogni in realtà. ☞Se una qualche mia azione che aspiri ad essere spirituale si dimostra poco pratica, va dichiarata fallimentare. Credo che l'atto più spirituale debba essere il più pratico, nel vero senso del termine. ☞Sono troppo consapevole delle imperfezioni della specie cui appartengo per potermi irritare contro un qualsiasi membro di essa. ☞La non-violenza opera in maniera assai misteriosa. Spesso le azioni di un uomo appaiono difficilmente analizzabili in termini di non-violenza. ☞Mi dichiaro idealista pratico.
  • Kurosaki Ichigo: Anche se non credi alle mie parole, i tuoi occhi mi crederanno...
╔════════════════════╗
█▄█ █ █▀█ █▄█ █▀█ █▀█
█▀█ █ █▀▀ █▀█ █▄█ █▀▀
╚ ═ ═ ═Ȼ ย ℓ τ ย я Δ═ ═ ═ ═ ═ ═ ═ ═ ═
Licenza Creative Commons
Questo Blog è rilasciato con la licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0, pertanto questo Blog è libero, e può essere riprodotto e distribuito, con ogni mezzo fisico, meccanico o elettronico, a condizione che la riproduzione del testo avvenga integralmente e senza modifiche, a fini non commerciali e con l'attribuzione della paternità dell'opera nei modi indicati dall'autore in modo tale da non suggerire che essi avallino te o il modo in cui tu usi l'opera. Mendoza120's Blog by Mendoza120 is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at mendoza120.blogspot.com.
Permissions beyond the scope of this license may be available at http://www.youtube.com/user/Mendoza120s.