Questo è un Urban Blog! Messina

La poesia dell'Ottocento e la nuova sensibilità romantica
Amore romantico, un sentimento profondo e puro, tenero e appassionato, staccato dalla realtà della quale rifiuta i condizionamenti e i compromessi. Un eroe romantico è un personaggio avventuroso e misterioso il cui animo, lacerato da passioni contrastanti, è sensibile e ribelle, tenero e cupo, impetuoso e malinconico. Romantica è una musica melodica e ammaliatrice che fa sognare. Un paesaggio romantico è solitamente notturno, illuminato dalla luna, roccioso e selvaggio, misterioso e malinconico.


Dal libro di testo "quattro colori - libro azzurro, antologia di scrittori italiani e stranieri - Mariotti, Sclafani, Stancanelli
TΔG·.·• , , , , 0 cσmmεnti | | edit post
Rεaziσni: 
Terzo Settore e Legalita' - uno sguardo antropologico fra sicilianità e concretezza
Il fenomeno mafioso osservato nel convegno-talk show “Che fine ha fatto Matteo Messina Denaro?”
Terzo Settore e Legalita' 

La Formazione Quadri Terzo Settore Sicilia, organizza un gruppo d'incontro fra Sicilia e Calabria del Terzo Settore in relazione alla legalità e all'antimafia. Intervengono Giacomo Di Girolamo, giornalista e scrittore, Nino Amadore, giornalista Sole 24 ore, Giuseppe Cocchiara, questore di Messina, Giuseppe Di Natale, portavoce Forum Terzo Settore Sicilia, Tiberio Bentivoglio, imprenditore di Reggio Calabria, i gruppi di lavoro FQTS siciliani e calabresi. Il convegno “Che fine ha fatto Matteo Messina Denaro?” in forma di talkshow presso la Chiesa S.Maria Alemanna in un'atmosfera suggestiva, ricostruisce la tipica ambientazione della Sicilia ed i suoi vissuti di mafia, narrando a suon di mandolino la storia di Matteo Messina Denaro, l'ultimo capo di Cosa Nostra. Sotto i riflettori, il punto d'osservazione umano, emotivo, antropologico del trascorso e della vita di uno dei protagonisti di mafia, una storia singola che rappresenta un mondo, la storia e la natura delle altre e della realtà mafiosa per eccellenza. Una ricostruzione del dramma del fenomeno mafioso volta quasi per mettere luce sull'animo di quella Sicilia abbandonata a quel torbido compiacimento della rassegnazione e a quella sua convivenza con la mafiosità che sembra quasi abbia ottenuto una normalizzazione nella cultura della società. Effettivamente, colpisce un nostro lato antropologico remoto ascoltare la narrazione di un Matteo Messina Denaro, diversamente di quando si mettono in risalto gli esempi virtuosi dell'antimafia che pur favoriscono maggiormente la crescita di consapevolezza sul fenomeno. Più che l'enfatizzazione o il velato compiacimento, la sensazione è il metter luce su quel lato culturale dei siciliani che li lega ad un'ingannevole accettazione perversa di fascino e sudditanza; il sentire il problema come più grande delle nostre capacità, il vedersi sproporzionati al compito, il quale riduce la propensione della disposizione al rischio. Realtà sociali quali la povertà che poi favoriscono lo svendersi all'illegalità, anche se più che la povertà, sono l'ignoranza e la non consapevolezza i veri responsabili.
Tessuto sociale che comunque è alla ricerca di normalità, seppur in contesti difficili. L'immagine dell'altra Sicilia e della sua reazione, è la testimonianza di Tiberio Bentivoglio, imprenditore calabrese sopravvissuto ad un agguato di 'ndrangheta per non essersi sottomesso al sistema del pizzo; denuncia degli aggressori non come atto di un eroe o di coraggio, ma dovuto, come la forza di una persona normalissima di non rinunciare a ciò che si protegge, forza che nonostante la paura ed il rischio che possa finire male, bisogna portare avanti.
L'educazione alla legalità deve quindi svolgere una parte decisiva per la consapevolezza dei diritti e delle regole, del senso della legalità, della coscienza del vivere in società non nuocendo l'esistenza dell'altro. Il Terzo settore (le associazioni no profit, di volontariato, di promozione sociale), dedito alla tutela assistenziale delle categorie sociali più in difficoltà, nel contesto svolge un ruolo fondamentale per la relazione e partecipazione fra cittadino e amministrazione, recupero del rapporto di fiducia e stimolo per le istituzioni a dare supporto completo alla società civile, percorsi di responsabilizzazione, informazione corretta e giusta, integrazione per l'immigrazione vista non come problema di sicurezza ma come risorsa. Terzo settore in supporto per i diritti di salute e lavoro del cittadino, quindi restituzione alla comunità dei beni confiscati alla mafia, vigilando su procedure trasparenti in merito, in favore di concrete attività sociali per la collettività.

Fonte: http://www.ilcarrettinodelleidee.com/sito/attualita/item/2797-terzo-settore-e-legalita.html
The Wall, aforismi e citazioni impresse su questo muro - Filosofi, scrittori, poeti, attivisti etc

The Metropolitan Museum of Art, New York.

Novalis: 
  • Il pensiero è soltanto un sogno del sentimento. 
  • Il poeta comprende la natura meglio dello scenziato. 
  • Il senso per la poesia ha molto in comune col senso per il misticismo; rappresenta l'irrappresentabile, vede l'invisibile, sente il non sensibile. 
  • Agli uomini nessuna cosa è impossibile, ciò che voglio posso. 
  • La vita non dev'essere un romanzo impostoci, bensì un romanzo fatto da noi. L'amore è lo scopo finale della storia del mondo, l'amen dell'universo. 
  • noi siamo il destino che regge il mondo. 
  • Il mondo è un indice enciclopedico e sistematico del nostro spirito, una metafora universale, un'immagine simbolica di esso. 
  • Il sentimento morale è in noi il sentimento della potenza assoluta di creare, della libertà produttiva, della personalità infinita del microcosmo, della divinità propriamente detta in noi. 
Goethe: 
  • Quando in codesto sentire ti senti veramente felice, chiamalo pure allora come vuoi: chiamalo felicità, cuore, amore, Dio. Per questo io non ho nome alcuno. Sentimento è tutto! La parola è soltanto suono e fumo. 
  • Non basta sapere, si deve anche applicare; non è abbastanza volere, si deve anche fare.
Hoffmann: La musica è la più romantica di tutte le arti, il suo tema è l'infinito, essa è il misterioso sanscrito della natura espresso in suoni, che riempie di infinito desiderio il petto dell'uomo, il quale solo in essa intende il sublime canto degli alberi, dei fiori, degli animali, delle pietre, delle acque.

Schlegel: 
  • L'ironia è chiara coscienza dell'agilità eterna, del caos infinitamente pieno. 
  • Vita e amore significano la stessa cosa, c'è tutto nell'amore: amicizia, cordialità, sensualità e anche passione, l'un elemento lenisce e rinforza, anima ed accresce l'altro. Soltanto l'amore ci rende uomini veri e perfetti, esso solo è la vita della vita.

S.Agostino: Dio è amore oltre che verità; amore e verità vanno congiunti perchè non ci può essere amore se non per la verità e nella verità. Amare Dio significa amare l'amore, ma non si può amare l'amore se non si ama chi ama. Non è amore quello che non ama nessuno. L'uomo perciò non può amare Dio, che è l'amore, se non ama l'altro uomo. L'amore fraterno tra gli uomini non solo deriva da Dio, ma è Dio stesso. 

Spinoza: 
  • Tutto ciò che è, è in Dio, e senza Dio nessuna cosa può essere concepita. 
  • Nulla è più utile all'uomo che l'uomo stesso. 
Plotino: 
  • La molteplicità sarebbe impensabile senza l'unità. 
  • Tutti gli enti sono enti in virtù dell'uno...Non si ha esercito se esso non sa presentarsi uno, ne si ha coro ne greggia se non sono "uno"; La salute stessa si ha solo allora che il corpo sia coordinato in unità; e si ha bellezza quando le parti siano tenute insieme dalla virtù dell'uno.
 Epicuro/Eraclito: 
  • L'essere E' e non può non essere. 
  • Colui che fa ingiustizia è più infelice di chi la soffre. 
  • Filosofo vero è chi sa elevarsi ad una veduta complessiva dell'essere. 
  • La forma dell'essere è il divenire, poichè ogni cosa è soggetta al tempo e alla trasformazione, ed anche ciò che sembra statico e fermo in realtà è dinamico. 
  • La divinità o vuol togliere i mali e non può (+ x - = -) o può e non vuole (+ x - = -) o non vuole ne può (- x - = -) o vuole e può (+ x + = +). Mendoza120: O non può ma vuole e può (- x + = +).
L'inferno per i greci: un niente tenebroso nel quale non c'è altro che nulla, nebbia e lontananza da ogni terra. L'unica cosa che si vede è nebbia. Quest'inferno greco è contrapposto al "tutto" che è la vita.

Schopenhauer: La verità attraversa sempre tre fasi. Dapprima viene ridicolizzata. Poi violentemente contrastata. Infine accettata come una cosa ovvia.  

Dostoevskij: Chiunque voglia sinceramente la verità è sempre spaventosamente forte. 

Laozu: Colui che sa non parla, e chi parla non sa.

Chuang-tzu: Chi discute dimostra di non avere chiarezza di idee.

Sri Chinmoy: Quando il potere dell'amore supererà l'amore per il potere, il mondo conoscerà la pace. 

Joshu (chao-chou): Tutto ciò che di sè l'umanità respinge, non può che ricadere più gravemente su di essa, in forme ancora peggiori. 

Tao Te Ching: E' difficile guidare chi crede di conoscere le risposte. Solo chi sa di non sapere, può trovare la sua strada.

Confucio: 
  • L'invincibile non è quello che non cade mai, ma quello che, dopo che cade si rialza.
  • Chi impara ma non pensa è perduto, chi pensa ma non impara è in pericolo! 
Gandhi: 
  • Sono in effetti, un sognatore pratico. I miei sogni non sono impalpabili nullità. Voglio convertire il più possibile i miei sogni in realtà. 
  • Se una qualche mia azione che aspiri ad essere spirituale si dimostra poco pratica, va dichiarata fallimentare. Credo che l'atto più spirituale debba essere il più pratico, nel vero senso del termine. 
  • Sono troppo consapevole delle imperfezioni della specie cui appartengo per potermi irritare contro un qualsiasi membro di essa. 
  • La non-violenza opera in maniera assai misteriosa. Spesso le azioni di un uomo appaiono difficilmente analizzabili in termini di non-violenza. 
  • Mi dichiaro idealista pratico. 
Paulo Coelho: Il mondo è nelle mani di coloro che hanno il coraggio di sognare e di correre il rischio di vivere i propri sogni. Ciascuno con il proprio talento. 


Jean Paul Sartre: 
  • La giovinezza non consiste nel cambiare continuamente opinioni e nella mutevolezza dei sentimenti, ma nel provare quotidianamente, a contatto con la vita, la forza e la tenacia di quelle idee e di quei sentimenti! 
  • Quando i ricchi si fanno la guerra, sono i poveri a morire. 
William Shakespeare: ☞Se la musica è il nutrimento dell'amore, continuate a suonare. 
Essere o Non essere...Questo è il problema. 
Oscar Wilde: Lo sciocco non perdona e non dimentica, l'ingenuo perdona e dimentica, il saggio perdona ma non dimentica.
 Jean Cocteau: Il limite estremo della saggezza è ciò che la gente chiama pazzia.
C. Bukowski: La tua vita è la tua vita. non lasciare che le batoste la sbattano nella cantina dell’arrendevolezza, stai in guardia... ci sono delle uscite... da qualche parte c’è luce. 

Jean de La Fontaine: Amate, amate, tutto il resto è nulla. 

Michel de Montaigne: Un uomo che teme di soffrire, soffre già quello che teme.

Italo Calvino, Il cavaliere inesistente: La pagina ha il suo bene solamente quando la volti e c'è la vita dietro che soffia e scompiglia tutti i fogli del libro.

George Orwell: Nel tempo dell'inganno universale, dire la verità è un atto rivoluzionario.

Margaret Mead: Non dubitare mai che la capacità di un piccolo gruppo di persone motivate possa cambiare il mondo.  

Rainer Maria Rilke: L'amore di un essere umano per un altro è forse la prova più difficile per ciascuno di noi. E' la più alta testimonianza di noi stessi, l'opera suprema di cui tutte le altre non sono che preparazioni.

David Icke: 
  • L'amore infinito è l'unica verità, tutto il resto è illusione.
  • Le parole "pazzo" e "malato di mente" sono sempre state usate nel corso della storia per descrivere persone e idee che sono semplicemente diverse. E "diverso" non vuol dire sbagliato. Molte delle idee che un tempo furono condannate e ridicolizzate sono poi entrate a far parte della saggezza comune. Prima vi ridicolizzano; poi vi condannano; poi vi dicono che hanno sempre saputo che avevate ragione. 
Merlin: E' molto meglio morire liberi che vivere da schiavi. 

Il suonatore di foglie: L'arte è ridere mentre piange l'anima 

Grant Morrison: Sai una cosa? Certe persone non vogliono essere salvate. Perché la salvezza implica un cambiamento. E il cambiamento richiede uno sforzo maggiore dal restare uguali. Occorre coraggio per guardarsi allo specchio e vedere oltre il proprio riflesso. 

Carlo Gubitosa: Risolvere problemi per divertimento, applicando la propria intelligenza a qualunque problema logico, meccanico o filosofico, con uno spirito leggero che considera il gioco come una cosa molto seria. 

Flavio Oreglio: La democrazia è quando il governo si rassegna al suo popolo e non quando il popolo si rassegna al suo governo. 

Morgagni: Amare e perseguire non l'antichità, non la novità, non la tradizione, ma soltanto la verità, ovunque essa sia.

Pellerossa: "Non abbiamo la terra in eredità dai genitori ma in prestito dai figli" 

Ernesto Guevara: Chi lotta può perdere, chi non lotta ha già perso.

Nichi Vendola: Non c'è cambiamento che non abbia avuto un sogno ad ispirarlo. 

William H. Bates: Il fatto è che, eccetto in rari casi, l'uomo non è un essere che ragiona. Egli è dominato dall'autorità, e quando i fatti non sono in accordo con l'idea imposta dall'autorità, tanto peggio per i fatti. Essi potranno, e davvero dovranno, prevalere nel lungo periodo; ma nel frattempo il mondo brancola inutilmente nel buio e tollera tanta sofferenza che potrebbe essere evitata. 

Bob Marley: Io non cancello nulla in questa mia vita. Ogni cosa, ogni minima cosa, mi ha reso quel che sono adesso. Le cose belle mi hanno insegnato ad amare la vita. Le cose brutte, a saperla vivere.

Inoki: Illuminami oppure prodigati per tenermi a bada.

R. B. Powell: Sforzati sempre di vedere ciò che splende dietro le nuvole più nere. 

Abramo Lincoln: 
  • Potrete ingannare tutti per un pò, potrete ingannare qualcuno per sempre...Ma non potrete ingannare tutti per sempre! 
  • Per avere cose mai avute, bisogna fare cose mai fatte. Essere, fare, avere. 
Thomas Jefferson: Non sono i popoli a dover avere paura dei propri governi, ma i governi a dover avere paura dei propri popoli. 

Winston Churchill: Ogni tanto all'uomo capita di inciampare nella verità, ma nella maggior parte dei casi egli riacquista l'equilibrio e prosegue. 

Albert Einstein: 
  • Il mondo è quel disastro che vedete, non tanto per i guai combinati dai malfattori, ma per l'inerzia dei giusti che se ne accorgono e stanno li a guardare. 
  • La vita è come una bicicletta, se vuoi stare in equilibrio devi muoverti.
Giovanni Paolo II: Prendete in mano la vostra vita e fatene un capolavoro. 

Josè Mourinho: Quelli che dicono la verità, sono sempre i più antipatici.

Motorcycles: 
  • Il ninja era un sicario agile, come una moto di 250cc; il lottatore di sumo è potente ma pesante, come le moto di cilindrata superiore...quale cilindrata ha maggior ragione di chiamarsi "ninja"?? - 
  • In moto ci si sta come i ragni...con 8 occhi! - 
  • Un motociclista non crea code neanche in auto, un automobilista riesce a crearle anche in moto! - 
  • Non correre più veloce di quanto il tuo angelo custode possa volare. 
  • Mendoza120: ☞La donna una cosa deve imparare ad accettare del proprio uomo: condividere per tutta la vita un menage a trois con la sua moto! La moto per l'uomo è come una vera compagna, l'altra sua lei alla quale non dirà mai di no.
La vita non è mai ferma, e ha più fantasia di noi - Un adulto creativo è un bambino sopravvissuto.

Non c'è sconfitta nel cuore di chi lotta.

Ciò che non viene dato, è perduto. 

Rispetta se vuoi essere rispettato.

Vedere il futuro condiziona il presente e rivela il passato.

Gli scrittori arrivano sempre prima degli scienziati. 

Solo nella follia ho avuto la lucidità di amare,sbagliare,sognare e vivere.

La felicità non è una meta, ma uno stile di vita.

Preferisco una brutta verità anzichè una bella bugia.

Nella vita è sempre meglio essere feriti da una verità che essere consolati da una bugia. 

E se morirò combattendo. morirò...ridendo!
Cresci quando ti comporti secondo il tuo più alto senso del bene, confidando nei tuoi ideali senza essere sicuro che andrà tutto per il verso giusto.



Un uomo onesto può essere un ostacolo insormontabile per la criminalità organizzata.

 
La speranza ha due bellissimi figli: lo sdegno e il coraggio. Il primo di fronte a come vanno le cose, il secondo per cambiarle.

Non si risenta la gente per bene se non mi adatto a portar le catene.

Spiegami perché sorridi anche quando vorresti piangere. Hai mai visto il sole spegnersi solo perché pioveva?

...Sono questi i momenti in cui vorrei aver dato ascolto a mia madre... E che diceva tua madre? ...Non lo so! Non la ascoltavo!!

La vita è una continua scelta, ogni scelta comporta un certo grado di rischio...ma chi non rischia non sa vivere.

La vita è come un gioco...chi impara a giocare sopravvive.
L'uomo saggio aspetta il momento giusto, il pazzo lo anticipa, l'imbecille lo lascia passare.

 Mi hanno chiamato fallito...Mi hanno gridato perdente...Mi hanno detto che valevo zero...poi ho pensato che un fallito non ci prova nemmeno, mentre io sono sempre in prima linea. Il perdente se cade non si rialza, io finchè avrò fiato in corpo mi rimetterò sempre in piedi...mentre sul fatto che valgo zero, avevano ragione...perchè lo zero è il primo di tutti gli altri numeri!

Se si sogna da soli è solo un sogno, se si sogna insieme è la realtà che comincia.

La mente può fare dell'inferno un paradiso e del paradiso l'inferno.

La verità è che la verità cambia.

Fa che i tuoi sogni siano di pietra in modo che nessuno te li possa distruggere.

La vita, è una strada da percorrere a volte in salita, a volte in discesa. Come percorrerla e soprattutto con chi, è una scelta personale..

Credere non è sempre sinonimo di capire. Le cose per cui vale la pena credere, non hanno bisogno di certezze.



Life isn't about finding yourself. Life is about Creating Yourself.

La vera saggezza, sta non nella prudenza e nella moderazione, ma in una visionaria lungimirante follia.

E' la dose che fa la differenza fra un rimedio ed un veleno. 

Aumentare il sapere porta ad aumentare la consapevolezza di quanto deve essere ancora scoperto.

Straordinarie affermazioni richiedono prove straordinarie.

Mettiti sempre nei panni degli altri. Se ti senti stretto, probabilmente anche loro si sentono così. 

I megghiu delinquenti hannu murutu pì manu di boni figghioli.

La storia viene scritta dagli uomini, la leggenda dagli eroi...ci sono però uomini destinati ad entrare nella leggenda e a diventare eroi!

Una delle astuzie della società attuale è di aver convinto i poveri ad amare i ricchi.

Spesso tutti sono convinti che una cosa sia impossibile, finchè arriva uno sprovveduto che non lo sa e la realizza. 

Non è di morire che bisogna aver paura...Bisogna aver paura di non aver mai vissuto.

L'atteggiamento opposto al conformismo viene definito anticonformismo e consiste quindi in un rifiuto delle idee e dei comportamenti prevalenti. Infatti, normalmente, le persone non conformiste hanno già sviluppato un livello di coscienza diverso che permette loro di poter sfidare i comportamenti comuni senza soffrirne.

Un B-boy non si cura molto di avere mosse dinamiche, si preoccupa di avere uno stile di vita dinamico!
The Wall, aforismi e citazioni impresse su questo muro - Anime, cartoon, manga, film, games
 Tsuchikage: "Questa roccia simboleggia la Determinazione Granitica del nostro villaggio. La cosa importante è la determinazione granitica dentro di te. Vedi, posso anche dirti il valore della determinazione di qualcuno solo guardandolo, Ohnoki...nascosto dentro di te c'è il potere di cambiare il mondo, ma se non stai attento quella tua preziosa volontà potrebbe sparire...Barriere! Finchè tu continui a correre nelle barriere, potresti perdere la tua determinazione, scusati e non ricambiare mai con l'odio. Ascolta attentamente, la tua determinazione, non abbandonarla mai e difendila sempre con onore!"- Ohnoki (Third Tsuchikage): "sto trovando delle scuse, guardarmi mentre mi lamento per la mia età, dovrei scusarmi per aver trovato delle scuse!" Naruto Shippuden 332 sub-ita "Determinazione Granitica" 

Jiraya: Eppure lo vedo anch'io che c'è fin troppo odio nel nostro mondo. E ho voluto far qualcosa per rompere questa catena d'odio, ma non ho ben chiaro cosa si dovrebbe fare. Però ho fiducia...Che verrà un tempo in cui le persone potranno davvero comprendersi l'un l'altra. E se non troverò la mia risposta, forse lascerò a te il compito di trovarla. Però non mi sono ancora arreso!

Quarto Hokage, Minato: 
  • Due chakra simili vanno in risonanza quando sono vicini. 
  • Finchè esisterà l'amore, esisterà anche l'odio. E qualcuno s'approfitterà di quell'odio. Questo mostro che chiamiamo "Odio" non morirà finchè esisteranno dei ninja. E darà vita ad altri Pain. E' stato Pain ad uccidere Jiraiya-sensei, ma se ci riflettiamo bene, possiamo dire che...questo mondo caotico dei ninja, da cui è sorto Pain, è altrettanto colpevole. Essere uno shinobi significa dover affrontare quest'odio, ognuno di noi si batte contro di esso - naruto shippuden 168 "il quarto Hokage"
Naruto Uzumaki: 
  • Non osare forzare i tuoi contorti ideali nelle altre persone in questo modo! 
  • ☞enemy: Attacchi disperatamente un nemico che non sconfiggerai mai, sei davvero uno stupido. Naruto: si, se gli stupidi si comportano così, allora sono uno stupido. Sono uno stupido grande e grosso che non si arrende quando ha preso una decisione! 
Kakashi: Non puoi far espandere la mente degli altri, se non espandi prima la tua.

Shikaku Nara: Essere razionale, analizzare la situazione con calma, ordinare e valutare, ricontrollare ogni informazione relativa e sviluppare una strategia, con calma ma farlo in fretta, calmi ma veloci.

Itachi Uchiha:
  • Per poter sopravvivere, ci aggrappiamo a tutto ciò che conosciamo e che siamo in grado di capire; e questo lo chiamiamo "realtà". Tuttavia la "conoscenza" e la "comprensione" sono concetti ambigui. Quella realtà potrebbe sempre essere un'illusione. Tutti gli esseri umani vivono basandosi su presupposti sbagliati. 
  • Quando un uomo impara ad amare, deve anche accettare il rischio dell'odio.
Orochimaru: Ricorda, devi avere timore solo quando non sei capace di scoprire la verità.

Tsunade: Quando i semi del caos spuntano, tu devi coglierne le piante.


Gai Maito: ...ma in queste situazioni, dove non puoi andare né avanti né indietro, a volte restare nel mezzo è la cosa migliore. Credi in te e aspetta pazientemente, anche questo vuol dire avere coraggio.

Anime Naruto Shippuden: 
  • Mi dicesti di guardare le nuvole in caso mi fossi sentita sola...perchè le nuvole assumono la forma dei nostri desideri. Mi dicesti che finchè c'è speranza, le nuvole risponderanno sempre. 
  • Le ferite fisiche possono sanguinare ed essere anche molto dolorose, ma ogni volta guariscono da sole; e se userai delle medicine, guariranno più in fretta. Le ferite del cuore invece sono completamente diverse, non c'è niente di più difficile da curare. Sono un pò diverse dalle ferite fisiche, non puoi usare una medicina per guarirle, e qualche volta non guariscono mai. C'è solo una cura per le ferite del cuore; è un pò fastidiosa e...la puoi ricevere solo da qualcun altro. - e qual 'è la cura? - E' l'affetto - naruto shippuden 297 "i sentimenti di un padre, l'amore di una madre" 
  • Kakashi: Obito, scommetto che vuoi davvero conferma, se un cuore che non si inclina mai e una volontà del fuoco che non si spegne esistano davvero, ti ci sei arreso già una volta, ma dopo aver combattuto Naruto e aver ascoltato le sue parole, nel profondo, non se in grado di negare che potrebbero davvero esistere, non è vero, Obito? Ma ancora, continui a cercare, e testare tutto e tutti per provare a te stesso che ti sbagli. Ed è questo il motivo per il quale anche ora, mentre sei sull'orlo del precipizio...tu cerchi la risposta...in Naruto.

    Obito: Perchè ti rialzi!? E per cosa stai combattendo? E' per i tuoi compagni? O è per questo Mondo? Ascolta, gli amici probabilmente ti tradiranno. E questo mondo trasformerà l'amore in odio. Dovresti saperlo! In passato, le persone del villaggio e Sasuke ti hanno tradito. E il tuo amore per Jiraiya ti ha portato odio. Tu ed io siamo uguali. Il peso cumulativo di tutta la tua sofferenza ti cambierà alla fine. E ora, sei assalito da ancora altra sofferenza. E ancora sei sicuro che non cambierai?! Non sai quando i tuoi amici ti tradiranno di nuovo...o se le Forze Alleate potrebbero tornare a combattersi a vicenda. E non sai nemmeno se riuscirai a sconfiggermi! Non c'è motivo per continuare a combattere per un mondo come questo. Tra pochi minuti, questo mondo sarà comunque finito. Perchè continui a combattere?

    Naruto: Perchè è il mio Credo Ninja. Non mi rimangio mai la parola. Questo è il mio Credo Ninja.

    Naruto Shippuden 383 sub-ita
     
Al tuo cuore si arriva con la verità, bianca come la luna nell'oscurità.

Virtua Fighter: La città tentacolare scoppia tutta d'energia, noi guardiamo in alto e affrontiamo tutto!

Karia - Bleach: Io sono sano di mente...è il mondo che è fuori di testa!

Anime Bleach: Lo scorrere del tempo si fermerà per un istante, per permetterci di osservare il passato. Anche se è stato il più breve dei momenti, i suoi effetti sono stati estesi e duraturi. Dobbiamo conoscere il passato, ma ci è proibito imparare. Li è nascosta la verità dietro le maschere.

Kira - Bleach: I nostri poteri non sono influenzati soltanto dalla forza bruta, solo quando il tuo cuore è in equilibrio puoi dire di avere ottenuto il vero potere! 

Sado, Chad - Bleach: Io credo che un potere assoluto non esista da nessuna parte. Il potere è instabile. Cambia costantemente. Piccole differenze appariranno sempre, quindi chi allarga quel varco sarà il vincitore! 

Bleach-Bount: Serve un cuore forte per poter controllare un potere forte. 

Kurosaki Ichigo: Anche se non credi alle mie parole, i tuoi occhi mi crederanno...

Assassin's Creed: 
  • Copernico - l'acquisizione della conoscenza è un'impresa piena di rischi, è più facile restare nell'ignoranza che rischiare per la vera conoscenza. 
  • La fiducia senza cinismo è vana.

Le cronache di Narnja: Le cose non avvengono mai due volte allo stesso modo.
Non è sufficiente essere popolari. Basta essere uomini.

Tony Montana - Scarface: Nella vita ci sono 2 cose importanti, le parole e le palle.

Jack Sparrow - Pirati dei Caraibi - La maledizione del Forziere Fantasma: Il problema non è il problema. Il problema è il tuo atteggiamento rispetto al problema. Comprendi?
Giornalismo antimafia, fra storia e contemporaneità
Giornalismo residente, Mafia e Antimafia ieri ed oggi, il metodo Falcone, Messina la città “babba”

 
Dopo aver sottolineato l'importanza del mantenere vivo, anche all'interno dell'Università, il tema della Mafia e l'educazione alla legalità, Marco Centorrino, prof di Sociologia della facoltà di Scienze della Formazione, e la dott.ssa Claudia Benassai, introducono e presentano il seminario di giornalismo antimafia svolto venerdì 19 settembre presso l'aula magna ex-facoltà di economia e commercio, con i relatori Giacomo Di Girolamo, giornalista ed autore antimafia di Marsala, Letterio Romeo, dirigente sez. operativa della DIA, Nuccio Anselmo, giornalista di cronaca giudiziaria della Gazzetta del Sud.
Di Girolamo analizza alcuni punti critici del giornalismo odierno. “La storia non può essere più raccontata”, l'informazione oggi arriva in quantità e molteplicità di fonti, anticipando lo stesso giornalista. “Mancanza di opinione pubblica”, il pubblico fa sfuggire velocemente l'attenzione sulla notizia volante recepita e la conseguente formazione di un pensiero. “Giornalismo resistente”, l'antimafia è un settore giornalistico particolare, seguito da giornalisti che attenzionano il tema con preparazione e costanza, quindi non catalogabile come generalista. Infine “Giornalismo residente”, il fare giornalismo di provincia senza essere provinciali, con la consapevolezza di vivere in prima persona la stessa realtà locale che si racconta e descrive, la scelta di occuparsi di mafia come priorità di cui parlare, considerando che è la cosa più vicina al nostro territorio, raccontandone con naturalezza proprio perché si vive la propria terra.
L'autore del libro “Cosa Grigia” prosegue spiegando l'evoluzione della mafia fino ai giorni d'oggi, arrivando a quella “zona grigia” dove attualmente risiede. Potrebbe essere agile pensare che dopo l'arresto di Matteo Messina Denaro, Cosa Nostra non esista più considerando la fine in senso strutturale di un'organizzazione storicamente definita. In realtà, la mafia ha cambiato forma evolvendosi ed incarnandosi completamente in quelle componenti che prima fungevano da collegamento con Cosa Nostra come politici, amministratori, funzionari, imprenditori. Diviene quindi pienamente parte dell'apparato pubblico, economico, entra nei sistemi gestendo il legale in modo illegale. La “zona grigia” per l'appunto. Non rientra più quindi soltanto nello schema classico estorsione, droga, cemento, ormai “normalmente” in gestione ai più bassi sottoposti. La principale attività mafiosa non agisce più per territorio ma per competenza, entra nei gangli dello Stato, non ha più bisogno di giochi di forza, scompare il classico omicidio di mafia perché sembra non ce ne sia più bisogno, visto che dal settore pubblico non estorce più, ma intercetta direttamente finanziamenti statali e, addirittura, dell'Unione Europea.
Di Girolamo poi sposta l'attenzione sull'Antimafia. La Sicilia non è solo artefice di mafia, ma è anche terra di antimafia, però, se la mafia cambia, dovrebbe farlo pure l'antimafia; e invece non è così. E' un'antimafia non attrezzata contro “cosa grigia”, vista oggi quasi solamente come rito, retorica, con conferenze, progetti, scuole. L'analisi è molto dura verso l'antimafia di oggi; è più il contorno che la reale concretezza. Nonostante le evidenti insufficienze dell'antimafia di oggi, non tutti comunque sentono di sminuirla troppo, apprezzando e cercando di mettere in evidenza l'impegno per una reale sensibilizzazione verso l'educazione alla legalità. Il problema di assenza di concretezza ed evoluzione verso una “nuova” antimafia, resta comunque.
Prosegue il colonnello Letterio Romeo della DIA di Messina, soffermandosi sul “Metodo Falcone”. La DIA, Direzione Investigativa Antimafia fu creata nel 1991 su volontà di Giovanni Falcone, coinvogliando in una struttura le forze specializzate dello Stato come il Ros per i Carabinieri, SCICO per la Guardia di finanza e SCO per la Polizia di Stato. Fu introdotto in Italia il reato di mafia nell'82, ancora inesistente in molti paesi, secondo il quale non andavano perseguiti solamente i singoli reati, ma bisognava individuare le dinamiche nel complesso, nel contesto associativo. Seguirono quindi i maxiprocessi i cui esiti provocarono le stragi. Le caratteristiche del metodo Falcone sono quindi il concetto di squadra, rendere difficile l'identificazione dei magistrati tramite la diretta attività della procura di Palermo, gestione dei collaboratori di giustizia per capire com'era strutturata l'organizzazione sul territorio e scoprire di cosa si occupava, aggredire quindi i patrimoni mafiosi e seguirne la parte economica, gli affari. Onere della DIA, esportare queste tecniche investigative anche all'estero.
Termina l'incontro, il giornalista Nuccio Anselmo, ricordando come sia da sfatare il mito di Messina “città babba”, definita così dal collaboratore Buscetta. Molti altri negli anni '60 ritenevano che per motivi storici, culturali ed antropologici, la mafia non esistesse a Messina e Siracusa, fuorviando dalla realtà con il risultato di un abbassamento di guardia nocivo del fenomeno. Furono sottovalutate organizzazioni mafiose sul nascere che andavano prevenute. Il risultato fu 47 omicidi di mafia a Messina nel contesto delle guerre fra clan rivali. Nell'83 ci fu il primo reato di associazione mafiosa a Messina, con l'arresto di Ingemi e De Tullio per associazione a delinquere di stampo mafioso, certificando la presenza di estorsioni. Si scoprì presto Messina come un centro di collegamento fra Mafia, Ndrangheta e Massonerie deviate. Già nel '72, Gaetano Costa ebbe i primi contatti con la Ndrangheta, divenendo capo di una società affiliata, prima comandata da De Tullio. Nel 1986, il maxiprocesso coinvolge anche Messina e Barcellona P.G. con l'esito clamoroso della maggiorparte degli imputati che viene assolta. Gli stessi PM commentarono come la sentenza non corrispondesse alla realtà. Successivamente emersero figure come Michelangelo Alfano, imprenditore di Bagheria, residente in città come punto di congiunzione fra Messina e Cosa Nostra, Sparacio, erede di Costa e non affidabile collaboratore di giustizia. Allo stato attuale figura il clan di Mangialupi come preminente in città sugli altri clan locali, l'omicidio del giornalista Beppe Alfano e le “operazioni Gotha” ad opera delle forze di polizia tutt'ora in corso a Barcellona P.G. Attivo nell'Antimafia e dopo diversi notevoli ostacoli nell'attività giudiziaria, a testimonianza di quella “zona grigia”, Vendola definì Messina un “verminaio”, una città che univa due cosche; tutto tranne che una “città babba”.

Fonte:  http://www.ilcarrettinodelleidee.com/sito/messina-e-provincia/incitta/item/2685-giornalismo-antimafia-fra-storia-e-contemporaneita.html
Imprese recuperate, musicisti uniti per il Birrificio Messina

Riorganizzazione, rilancio dell'attività economica e le reti sociali, stasera evento musicale in supporto all'iniziativa degli ex operai

Birra Messina, fra le risorse storiche nell'economia messinese, successivamente acquistatone il marchio dall'Heineken con i conseguenti meccanismi economici delle imprese multinazionali: svendita dell'impresa locale, delocalizzazione degli stabilmenti di produzione, licenziamenti.
Ex operai che non ci stanno alla fine della loro impresa e della vita lavorativa, prendendone le redini dell'attività economica sull'esempio di Buenos Aires, come spiega l'Assessore alla Cultura Perna: 10 anni fa, l'Argentina in crack finanziario, economia in ginocchio, fughe di capitali e imprese ormai in fallimento, sperimentò il fenomeno, conosciuto internazionalmente, delle “Imprese recuperate”, lavoratori che si riorganizzavano per il recupero delle imprese tramite occupazione dell'azienda ormai al termine del ciclo economico, gestione diretta e rilancio mediante la creazione di reti sociali. Cittadini in organizzazione di reti economiche locali e regionali, senza più ricorrere all'attesa di nuovi acquirenti d'imprese, sull'indirizzo dell'economia solidale già concretizzata dal “Commercio equo e solidale”.
Birrificio Messina, quindi, è il logo ufficiale dell'impresa messinese che verrà presentata verso fine anno, con marchio e innaugurazione degli stabilmenti. Ricominciare totalmente l'intera vita economica dell'azienda, recuperare gli impianti, le locazioni e gli strumenti produttivi, dedicare aree adibite alla diretta vendita al dettaglio, oltre le aspettative imposte dai supermercati, vendita a domicilio e on-line.
Iniziative economiche che possono rappresentare una svolta per il tessuto sociale ed economico locale, dare stabilità alle realtà imprenditoriali nostrane, al lavoro e continuità di generazione in generazione con l'intelligenza collettiva di reti cittadine solidali.

A tutta birra, musicisti uniti per il Birrificio Messina”, stasera presso il Monte di Pietà, con il patrocinio del Comune di Messina e della Provincia, evento musicale organizzato da “Sicilia e dintorni” e “Cambiamo Messina dal Basso”, in pieno supporto al lavoro e all'iniziativa degli ex operai, con live di band e gruppi musicali folk, musica popolare tradizionale siciliana etc, quali Big Mimma. Sicilia e dintorni, La Stanza della Nonna, Ka Jah City e special guest come Franco Lavigna. Biglietto € 10. Slogan informale della serata “Cambiamo Messina dalla birra!”, ad evindenziare anche ironicamente l'importanza fondamentale delle iniziative locali.
Una residenza virtuale per i clochard

Vi è vera politica e amministrazione quando il servizio è a partire dagli ultimi. Su indirizzo dell'esperienza della “Casa di Vincenzo”, il gruppo tematico di sostegno per i senza fissa dimora – Cambiamo Messina dal Basso, segue i prossimi passi verso la tutela e l'emancipazione in favore dei clochard che vivono a Messina, sostenendo il progetto in fase di realizzazione per una residenza virtuale. Dopo 40 anni dall'ultima casa di accoglienza in città, Casa di Vincenzo, la residenza per i senza fissa dimora, il progetto del “last minute market”, rappresentano iniziative che rilanciano un impegno concreto verso gli ultimi. La scia è il valore di una struttura stabile e continuativa come “Casa di Vincenzo”, che da mesi a Messina dona un tetto, un riparo e un letto dove dormire per i molti che non hanno più una casa, un lavoro o una famiglia alla quale affidarsi.
Il progetto successivo della “Residenza virtuale per i clochard” può diventare un valido strumento di aiuto per i più emarginati, un supporto indispensabile per il raggiungimento reale dei diritti civili fondamentali. La residenza virtuale consiste nell'assegnazione di una via simbolica fittizia, non reale, ad ogni clochard, al fine di non ghettizzarli con l'immagine di un'unica via o quartiere abitativo, ma al contrario renderli partecipi del tessuto sociale cittadino, essere riconosciuti e non emarginati. L'indicazione di una residenza virtuale a Messina, permetterebbe notevoli vantaggi quotidiani, fra i quali l'essere più facilmente riconoscibili nelle pratiche di accertamento delle forze dell'ordine, il ricevere con più facilità i servizi di assistenza sanitari e tutela dei diritti sociali e della persona. Un servizio non visto come volontariato fine a se stesso, ma come una vera e propria politica d'inclusione alla vita cittadina.
Già avviato in passato in altri comuni italiani fra i quali quello di Roma, mentre a Messina il prossimo step sarà la consultazione con gli uffici interni dell'anagrafe, quest'istituto da la possibilità di creare orientamento, accoglienza e risocializzazione tramite iniziative quali corsi di lingua, d'intrattenimento e culturali. Già realizzato in altri comuni ed in progettazione nella nostra città, pure il “Last minute market”, un valido sostegno alle mense sociali tramite il recupero di numerose merci prossime alla scadenza, di qualità ma destinate allo scarto per via di dinamiche commerciali; l'intento consiste nel creare una rete di centri e attività commerciali i quali, aderendo all'iniziativa potranno usufruire di agevolazioni sulle tasse sui rifiuti.

Fonte: http://www.ilcarrettinodelleidee.com/sito/attualita/item/2567-una-residenza-virtuale-per-i-clochard.html#

¯`·.·•

  • Karia - Bleach: ☞Io sono sano di mente...è il mondo che è fuori di testa!
  • Inoki: ☞Illuminami oppure prodigati per tenermi a bada.
  • David Icke: ☞L'amore infinito è l'unica verità, tutto il resto è illusione.☞Le parole "pazzo" e "malato di mente" sono sempre state usate nel corso della storia per descrivere persone e idee che sono semplicemente diverse. E "diverso" non vuol dire sbagliato. Molte delle idee che un tempo furono condannate e ridicolizzate sono poi entrate a far parte della saggezza comune. Prima vi ridicolizzano; poi vi condannano; poi vi dicono che hanno sempre saputo che avevate ragione.
  • Novalis: ☞Il pensiero è soltanto un sogno del sentimento. ☞Il poeta comprende la natura meglio dello scenziato. ☞Il senso per la poesia ha molto in comune col senso per il misticismo; rappresenta l'irrappresentabile, vede l'invisibile, sente il non sensibile. ☞Agli uomini nessuna cosa è impossibile, ciò che voglio posso. ☞La vita non dev'essere un romanzo impostoci, bensì un romanzo fatto da noi. L'amore è lo scopo finale della storia del mondo, l'amen dell'universo. ☞noi siamo il destino che regge il mondo. ☞Il mondo è un indice enciclopedico e sistematico del nostro spirito, una metafora universale, un'immagine simbolica di esso. ☞Il sentimento morale è in noi il sentimento della potenza assoluta di creare, della libertà produttiva, della personalità infinita del microcosmo, della divinità propriamente detta in noi.
  • Gandhi: ☞Sono in effetti, un sognatore pratico. I miei sogni non sono impalpabili nullità. Voglio convertire il più possibile i miei sogni in realtà. ☞Se una qualche mia azione che aspiri ad essere spirituale si dimostra poco pratica, va dichiarata fallimentare. Credo che l'atto più spirituale debba essere il più pratico, nel vero senso del termine. ☞Sono troppo consapevole delle imperfezioni della specie cui appartengo per potermi irritare contro un qualsiasi membro di essa. ☞La non-violenza opera in maniera assai misteriosa. Spesso le azioni di un uomo appaiono difficilmente analizzabili in termini di non-violenza. ☞Mi dichiaro idealista pratico.
  • Kurosaki Ichigo: Anche se non credi alle mie parole, i tuoi occhi mi crederanno...
╔════════════════════╗
█▄█ █ █▀█ █▄█ █▀█ █▀█
█▀█ █ █▀▀ █▀█ █▄█ █▀▀
╚ ═ ═ ═Ȼ ย ℓ τ ย я Δ═ ═ ═ ═ ═ ═ ═ ═ ═
Licenza Creative Commons
Questo Blog è rilasciato con la licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0, pertanto questo Blog è libero, e può essere riprodotto e distribuito, con ogni mezzo fisico, meccanico o elettronico, a condizione che la riproduzione del testo avvenga integralmente e senza modifiche, a fini non commerciali e con l'attribuzione della paternità dell'opera nei modi indicati dall'autore in modo tale da non suggerire che essi avallino te o il modo in cui tu usi l'opera. Mendoza120's Blog by Mendoza120 is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at mendoza120.blogspot.com.
Permissions beyond the scope of this license may be available at http://www.youtube.com/user/Mendoza120s.