Questo è un Urban Blog! Messina

Il mondo dei sogni illustrato al convegno sulla “Giornata mondiale del sonno”

I disturbi e gli effetti negativi, le qualità e i fattori positivi del sonno spiegati dal neurologo del Dipartimento di Neuroscienze del Policlinico Universitario

Si è svolto questa mattina nell'ex Chiesa di Santa Maria Alemanna il convegno per la quarta “Giornata mondiale del sonno”, rivolto a tutte le scuole della città ed organizzato dall'assessorato alla pubblica istruzione. A relazionare il tema del “sonno”, il neurologo Giuseppe Mento del Dipartimento di Neuroscienze del Policlinico Universitario, accompagnato dal suono delle arpe di due giovani musiciste gemelle e dalle poesie recitate dagli studenti delle scuole.

Il mondo dei sogni visto come un rifugio dai problemi della realtà, ma soprattutto una dimensione senza spazio e senza tempo dove tornare in armonia con l'universo che ci circonda. Perdendo il contatto con la realtà, dal sonno scaturiscono fenomeni astratti, esperienze sensoriali incredibili come volare ad esempio, fare sogni agli estremi della fantasia con un'intensità che fa credere al reale, favorendo quindi le espressioni artistiche e andando incontro ad

uno stato di introspezione, soffermandosi a guardarci dentro e non più fuori nell'ambiente esterno; si innescano meccanismi attivi, operazioni cognitive riguardanti la nostra identità interiore più profonda che si immerge in interpretazioni della realtà esterna, favorendo le intuizioni e non solo. Queste al convegno, le descrizioni, le interpretazioni astratte del mondo dei sogni per i quali la scienza ancora non sa spiegare da dove provengano, vedendo il mistero del sonno come non ancora completamente svelato.

Le qualità concrete e positive del buon sonno però sono facilmente svelabili: miglioramento della creatività, ottimale crescita fisica e psicologica, immagazzinamento ordinato dei ricordi durante il giorno ed elaborazione di nuove soluzioni ai problemi, scarto delle informazioni superflue che non servono, riparazione delle strutture fisiche, crescita e stimolamento del sistema immunitario, buona salute generale, aumento delle performance fisiche e mentali ed anche buon umore. Cattivo umore invece per la situazione opposta; se si dorme poco o male, si è più esposti a nervosismo, irrascibilità, minore socializzazione e minor propensione all'ascolto, problemi di stress fisico e, secondo le ultime ricerche e scoperte scientifiche, anche aumento di peso dovuto alla mancanza di produzione degli ormoni che regolano il nostro metabolismo.

Disturbi del sonno che in gran parte sono dovuti allo stile di vita quotidiano delle società troppo industrializzate di oggi. La rumorosità continua, la freneticità, il lifestyle del cittadino occidentale, hanno diminuito sia la qualità che la quantità delle ore di sonno in media. Alcuni semplici consigli pratici per un buon sonno che scaturiscono dopo le analisi del fenomeno nel convegno, riguardano, prima di andare a letto, il non guardare troppa tv, non stare molto al pc e fare attività tranquille, inoltre seguire abitudini regolari come andare a dormire alla stessa ora ogni sera e seguire una dieta regolata, anch'essa fondamentale per la qualità del sonno. Infine, un'altra importante indicazione al convegno sulla “Giornata mondiale del sonno” interamente illustrato dal neurologo, sottolinea che non è solo la durata del sonno la cosa più importante, ma soprattutto la qualità di esso; potenzialmente potrebbero essere sufficienti poche ore di sonno ma buone anziché molte ore ma di scarsa qualità.

Fonte: http://www.tempostretto.it/8/index.php?location=articolo&id_articolo=49450

TΔG·.·• 2 cσmmεnti | | edit post
Rεaziσni: 
Assemblea No Ponte: "in cantiere" una nuova manifestazione per inizio primavera.

Durante l'incontro di questa mattina nell'aula ex-Chimica avanzate proposte, idee e le prossime iniziative.

L'acquisizione del progetto definitivo redatto da Eurolink da parte della Stretto di Messina, l'approvazione del Cipe, le procedure di esproprio che verranno firmate a giorni e l'avvio dei cantieri fissato a fine anno, mettono sull'attenti il movimento no ponte che questa mattina si è riunito nell'aula ex-chimica del rettorato per discutere delle prossime iniziative. E la scelta dell'aula di Ex Chimica, attualmente occupata dai ragazzi di "Unime in protesta" non è casuale: "è l'unico luogo dove si riesce a fare un'attività culturale libera e sta diventando un vero punto di riferimento per molti ragazzi della città" spiega un organizzatore.

Diversi gli interventi nel corso dell'assemblea da parte dei componenti del movimento ma anche da parte di altri gruppi che pian piano stanno aderendo alla rete per diversi motivi. Molto importante, ad esempio, la presenza dei

lavoratori edili aderenti alla Fillea-Cgil che hanno mostrato tutto il loro malcontento per essere stati tagliati fuori fino ad adesso dai lavori già effettuati per il progetto del ponte. "Su 250 lavoratori coinvolti finora nei lavori preliminari alla costruzione come le trivellazioni e i sondaggi" sostiene Daniele David della Fillea-Cgil "solo 50 erano messinesi, a fronte di circa 4000 licenziamenti nel settore edile dal 2010 ad oggi. La vera ricchezza per il settore dei lavoratori edili arriverebbe non con la costruzione del ponte, ma con l'investimento di parte dei soldi necessari alla costruzione dell'opera per la messa in sicurezza di strade, scuole ed edifici pubblici che movimenterebbe una vera economia distribuita a centinaia di piccole imprese"
"A fronte dei 5 milioni di euro stanziati dal governo per Giampilieri, causa una presunta mancanza di risorse - spiegano i no pontisti - sono già stati spesi circa 500 milioni di euro per il ponte. Come si può di fronte a strade dissestate, deforestazione, dissesto idrogeologico, assenza di vie di fuga in caso di terremoto, continuare a seguire il progetto del Ponte?re un una città ad elevato rischio sismico come il Giappone, perchè continuano a seguire il progetto del ponte con tutto quello che sta succedendo al territorio?"
E poi ancora "di fronte al dissesto idrogeologico ed al rischio sismico, bisogna puntare sulla messa in sicurezza del territorio, destinando a questo i fondi destinati per il progetto del ponte".
Tanti gli obiettivi che il Movimento no Ponte si propone di raggiungere, per questo i rappresentanti hanno proposto la convocazione di incontri mensili per favorire una maggiore e crescente informazione che culminerà con una nuova grande manifestazione prevista in città ad inizio primavera. Ma c'è anche la consapevolezza che la lotta da intraprendere per evitare la costruzione di quella definita dai nopontisti come una autentica cattedrale nel deserto, deve ripartire dal basso, con il coinvolgimento di tutte le realtà cittadine e nazionali che hanno a cuore le sorti di un territorio che è sempre più violentato e sempre meno sicuro.

Fonte: http://www.tempostretto.it/8/index.php?location=articolo&id_articolo=49274#

TΔG·.·• 0 cσmmεnti | | edit post
Rεaziσni: 
Fabri Fibra in concerto a Messina: sabato sera messinese in “Controcultura”
5 Marzo 2011, il “tutto esaurito” al Pala San Filippo per il nuovo album del rapper italiano più discusso, che non risparmia battute sulla classe politica
«I giornalisti mi chiedono, ma cos'è la controcultura. In un paese dominato, preso in ostaggio dai vecchi, vedere così tanti giovani tutti nello stesso posto è talmente raro che è questa la controcultura». Non si smentisce il noto rapper Fabri Fibra che con il suo consueto stile diretto e provocatorio chiude il concerto con queste parole. Come nelle altre città in Tour, anche a Messina nel sabato sera di ieri 5 Marzo 2011 con il suo nuovo album “Controcultura”, Fabri Fibra in concerto fa registrare il tutto esaurito in un gremito Pala San Filippo (Palazzetto dello Sport Giuseppe Rescifina). Inizia puntuale alle 21:30 Fabri Fibra nel suo concerto dopo aver dato spazio all'hip hop messinese con il gruppo “Rime Sature”, entrando subito nel vivo con tutti i pezzi dell'album protagonista della serata, uscito il 7 settembre rimanendo per più di un mese in top 5 e diventando subito disco d'oro: La fretta, 3 parole,
insensibile, Qualcuno normale, 6791, Spara al diavolo, Rivelazione, Troppo famoso, Le donne, Tranne te, Non potete capire, Double Trouble, Controcultura, Escort, Più o meno, Quorum, Diverso, Vip in Trip.

Fra l'esibizione di un brano e l'altro del nuovo album e dei successi precedenti, non sono mancate durante la serata da parte di Fabri Fibra, le battute su Ruby e Berlusconi, sulla Lega Nord e sull'intera classe politica italiana “in questo paese, preso in ostaggio da una classe dirigente di vecchi – ha continuato a ribadire con stizza il rapper marchigiano - tutti noi siamo senza carriera e senza futuro. Che siano di destra, che siano di sinistra, che siano di centro, che siano dallo spazio, a loro di noi, dei giovani non gliene frega un bel niente. Io non sto dicendo che dobbiamo fare la rivoluzione, io sto dicendo che ognuno di voi, il giorno in cui vorrà uscire di casa, andare a vivere con la propria ragazza, mettere su famiglia e avere una carriera, avrà difficoltà grandissime perchè ce lo vogliono impedire. Voi capirete di cosa sto parlando il giorno in cui vorrete andare via di casa e trovarvi un lavoro, raga, ci dobbiamo arrabbiare”. E' durato circa due ore l'entusiasmo del pubblico messinese insieme a quello proveniente da diverse parti della Sicilia e del Meridione nel concerto in riva allo Stretto, del rapper italiano più amato dai giovani d'oggi e, al tempo stesso, duramente discusso dal pubblico.

Fonte: http://www.tempostretto.it/8/index.php?location=articolo&id_articolo=49081

¯`·.·•

  • Karia - Bleach: ☞Io sono sano di mente...è il mondo che è fuori di testa!
  • Inoki: ☞Illuminami oppure prodigati per tenermi a bada.
  • David Icke: ☞L'amore infinito è l'unica verità, tutto il resto è illusione.
  • Novalis: ☞Il pensiero è soltanto un sogno del sentimento. ☞Il poeta comprende la natura meglio dello scenziato. ☞Il senso per la poesia ha molto in comune col senso per il misticismo; rappresenta l'irrappresentabile, vede l'invisibile, sente il non sensibile. ☞Agli uomini nessuna cosa è impossibile, ciò che voglio posso. ☞La vita non dev'essere un romanzo impostoci, bensì un romanzo fatto da noi. L'amore è lo scopo finale della storia del mondo, l'amen dell'universo. ☞noi siamo il destino che regge il mondo. ☞Il mondo è un indice enciclopedico e sistematico del nostro spirito, una metafora universale, un'immagine simbolica di esso. ☞Il sentimento morale è in noi il sentimento della potenza assoluta di creare, della libertà produttiva, della personalità infinita del microcosmo, della divinità propriamente detta in noi.
  • Gandhi: ☞Sono in effetti, un sognatore pratico. I miei sogni non sono impalpabili nullità. Voglio convertire il più possibile i miei sogni in realtà. ☞Se una qualche mia azione che aspiri ad essere spirituale si dimostra poco pratica, va dichiarata fallimentare. Credo che l'atto più spirituale debba essere il più pratico, nel vero senso del termine. ☞Sono troppo consapevole delle imperfezioni della specie cui appartengo per potermi irritare contro un qualsiasi membro di essa. ☞La non-violenza opera in maniera assai misteriosa. Spesso le azioni di un uomo appaiono difficilmente analizzabili in termini di non-violenza. ☞Mi dichiaro idealista pratico.
  • Kurosaki Ichigo: Anche se non credi alle mie parole, i tuoi occhi mi crederanno...
╔════════════════════╗
█▄█ █ █▀█ █▄█ █▀█ █▀█
█▀█ █ █▀▀ █▀█ █▄█ █▀▀
╚ ═ ═ ═Ȼ ย ℓ τ ย я Δ═ ═ ═ ═ ═ ═ ═ ═ ═
Licenza Creative Commons
Questo Blog è rilasciato con la licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0, pertanto questo Blog è libero, e può essere riprodotto e distribuito, con ogni mezzo fisico, meccanico o elettronico, a condizione che la riproduzione del testo avvenga integralmente e senza modifiche, a fini non commerciali e con l'attribuzione della paternità dell'opera nei modi indicati dall'autore in modo tale da non suggerire che essi avallino te o il modo in cui tu usi l'opera. Mendoza120's Blog by Mendoza120 is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at mendoza120.blogspot.com.
Permissions beyond the scope of this license may be available at http://www.youtube.com/user/Mendoza120s.